di Mario Cappelletti
MARCO BONECHI - SCULTORE 

MARCO BONECHI - SCULTORE

L’artista Marco Bonechi prima di scoprirsi affascinato par l’architettura come espressione creative, e di sviluppare una scrupulosa ricerca del classicism nella storia, inizia il suo percorso alla fine degli anni sessanta, costruendo paesaggi. La sua formazione tecnica emerge già negli spazi aperti dei suoi dipinti, rappresentazioni esaltate di un paesaggio ideale, contraddistinta per le sue qualità di armonia ed equilibrio. La presenza dell’architettura nelle sue acqueforti è un’evoluzione logica dei suoi interessi, che passano per la rotondità dell’opera del genial Piranesi, attraversando le citazione classiche del Rinascimento. Il vedutismo di Marco Bonechi rientra in una ricerca di questa classicità percorsa da Palladio, Pousin e Lorraine, che sbocca finalmente nella minuziosità grafica del Canaletto, da quest’ultimo assume il concetto del vedutismo. Marco Bonechi, come vero artifice, ipotizza un inizio dei tempi dove le scenografie del teatro cercano di somigliare ai luoghi pubblici offerti dalle città, agevolati per I rapport interpersonali, ma affini da un immenso spazio teatrale dove prende piede l’evoluzione di questo pensier spettacolare. Sarà proprio da questa spinta scenografica, che dalla sua abilizzima mano prende nuovo fiato un’arte già visitata dagli antichi, ma sostenuta, per forte personalità creative, lungo I secoli, da uomini capaci di farla diventare sempre fertile e splendente fino al nostro tempo, così si cimenta l’incantesimo, I tagli, I graffi, le decise incisioni e il morso dell’acido sulla lastra, attraverso la meditazione dell’autore, diventano per noi sottili line, agili tratti, soffici sfumature, espressione di immagini, aliti d’ispirazioni elevates leggeri fino all’infinito. Carlos D. Marco

LA BOTTEGA - Via Ferruccio 34/36 - 53011 Castellina in Chianti - (Siena) - Italy - tel. 0577.740980 - 738618 - E-mail mario@tuscanantiques.com
powered by Cybermarket since 1999